RLST – RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA TERRITORIALE

SERVIZIO RLST – RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA TERRITORIALE

Per utilizzare il servizio RLST le aziende iscritte alla C.ED.A.M. devono chiedere l’autorizzazione all’utilizzo inviando una mail al Coordinatore di Edilart Marche (coordinatore@edilartmarche.it).

Si ricorda che per le aziende iscritte C.ED.A.M.  e regolari nei pagamenti il servizio è gratuito.

L’Edilart Marche dando l’autorizzazione, vi invierà i contatti degli RLST territoriale competenti per Province e la documentazione necessaria per redigere un verbale di nomina aziendale.

In sintesi:

Le imprese iscritte alla C.ED.A.M.  nel pagamento alla Cassa Edile C.Ed.A.M., hanno ricompreso il finanziamento all’R.L.S.T. 

IMPORTANTE: Per quanto concerne, invece, le ditte artigiane non iscritte alla Cassa Edile CEDAM, che hanno optato per l’R.L.S.T., queste dovranno provvedere al versamento di 9,00 Euro a dipendente in forza al 30 giugno al fondo appositamente costituito presso la nostra Cassa. La scadenza del versamento è fissata al 31 luglio di ogni anno, lo stesso va effettuato tramite un bonifico ad Edilart Marche:

Coordinate Bancarie Banco Desio IT20L0344002600000000197300

Causale: “Versamento Quota Rlst Ditta Esterna”

 

SCARICA LA DOCUMENTAZIONE: ACCORDI FRLST

 

NOMINATIVI RLST  C.ED.A.M. – EDILART MARCHE 

Matteo Lannes provincia di Ascoli Piceno e Fermo (FILCA CISL)
cell: 3386139914
EMAIL: rlstap@cassacedamedilart.it

GASPARRONI GIANNI provincia Macerata (FILLEA CGIL )
cell: 340 9304107
EMAIL: rlstmc@cassacedamediart.it

FIORETTI FRANCESCO provincia Ancona ( FENEAL UIL)
cell: 349 4678244
EMAIL: rlstan@cassacedamedilart.it

MASCARUCCI MICHELA provincia Pesaro Urbino(FILLEA CGIL)
cell: 366 6022181
EMAIL: rlstpu@edilartmarche.it

DEFINIZIONE DI RLST – RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA TERRITORIALE

D.LGS 81/08

art. 2 Definizioni
i) rappresentante dei lavoratori per la sicurezza: persona eletta o designata per rappresentare i lavoratori per quanto concerne gli aspetti della salute e della sicurezza durante il lavoro;

art. 48 Rappresentante dei Lavoratori per la sicurezza territoriale
1. Il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza territoriale di cui all’art. 47 comma 3, esercita le competenze del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza di cui all’art. 50 e i termini e con le modalità ivi previste con riferimento a tutte le aziende o unità produttive del territorio o del comparto di competenza nelle quali non sia stato eletto o designato il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza.

Cosa Fa l’RLST?

  • Accede ai luoghi di lavoro in cui si svolgono le lavorazioni;
  • È consultato sulla designazione del responsabile e degli addetti al servizio di prevenzione, alla attività di prevenzione incendi, al primo soccorso, alla evacuazione dei luoghi di lavoro e del medico competente;
  • È consultato in merito all’organizzazione della formazione di cui articolo 37;
  • Riceve le informazioni e la documentazione aziendale inerente alla valutazione dei rischi e le misure di prevenzione relative, nonché quelle inerenti alle sostanze ed ai preparati pericolosi, alle macchine, agli impianti, alla organizzazione e agli ambienti di lavoro, agli infortuni e ad alle malattie professionali;
  • Riceve le informazioni provenienti dai servizi di vigilanza;
  • Riceve una formazione adeguata e, comunque, non inferiore a quella prevista dall’articolo 37;
  • Promuove l’elaborazione, l’individuazione e l’attuazione delle misure di prevenzione idonee a tutelare la salute e l’integrità fisica dei lavoratori
  • Formula osservazioni in occasioni di visite e di verifiche effettuate dalle autorità competenti, dalle quali è, di norma, sentito;
  • Partecipa alla riunione periodica di cui all’articolo 35;
  • Fa proposte in merito all’attività di prevenzione;
  • Avverte il responsabile della azienda dei rischi individuati nel corso della sua attività;
  • Può fare ricorso alle autorità competenti qualora ritenga che le misure di prevenzione e protezione dai rischi adottate dal datore di lavoro o dai dirigenti e i mezzi impiegato per attuarle non siano idonei a garantire la sicurezza o la salute durante il lavoro.